Il Teatro un giorno ti incontra per strada o nella semioscurità di una sala. Ti spoglia di quanto sapevi, senza farti restare nudo. Ti fa riconoscere dietro le tue maschere ed annulla la distanza da esse. Ti restituisce all'umiltà dell'ascolto. In questo luogo, sei invitato a darti quale sei, uno in più dei centomila personaggi già incontrati.

domenica 8 maggio 2011

Backstage Piece Drammaterapica, Sonia Il Resto della Mia Vita

Venerdì 13 maggio, 2011. DramaticaMente Teatro e il Creative Drama In-Out Theatre sono lieti di invitare attori ed ospiti al Backstage della prossima piece in costruzione: Sonia, Il Resto della Mia Vita..
La circostanza permetterà di mostrare, in un laboratorio dal vivo, aperto al pubblico, strumenti e metodo del teatro drammaterapico nella messa in scena di un play.

9 commenti:

  1. Dove sono? Bella domanda. Spero tanto che tu riesca a capirlo, perchè io sinceramente non lo so. Giovedì sera, mentre leggevamo il copione della nuova piece, mi è tornato in mente che in certi punti del testo alcuni personaggi risultano tiranni, per poi non esserlo più; Sonia che risulta vittima della situazione per poi essere "carnefice" nel rapporto con il fidanzato, perchè basato sulla menzogna e una menzogna non da poco. Molte volte, si creano situazioni indipendenti da noi, dove il confine tra giusto e sbagliato è quasi invisibile, poi giusto o sbagliato dipende dal punto di vista con il quale si guarda la circostanza. Ecco perchè non so dove sono. So cosa faccio, ma questa è routine. Per questo ci sei tu Director, grazie! Libertà

    RispondiElimina
  2. Slesia/Emiliana9 maggio 2011 04:09

    WOW il mio primo Backstage!!!! :)

    RispondiElimina
  3. Slesia, ma non è il tuo primo backstage...è solo fatto in tuo onore!! Ci mancherebbe che ti mettiasmo alla prova...te, la donna scozzese!

    RispondiElimina
  4. Slesia/Emiliana9 maggio 2011 08:21

    Che meravigliaaaaaaa :)))

    Graaaaaaazieeeeee <3

    RispondiElimina
  5. Guardando questa foto ho immaginato di salire sul treno,da sola,senza sapere dove mi avrebbe portato....poi mi sono ritrovata a pensare a tutti voi ed ho visto con gioa una meta da raggiungere "recitando"insieme a tutti voi!Alice

    RispondiElimina
  6. Non conosco Sonia, ne la sua storia. Non conosco i personaggi che interagiscono con lei.
    Non conosco il fotografo; non so quanto di lui alberga in me...
    Mi incuriosisce.
    Certo è, che ogni essere umano può contenere tutti gli altri, solo che si ritaglia un ruolo che trova congeniale e si avvicina a "interpretazioni" ritagliate sulle immagini del proprio vissuto.
    Quanto mi piacerebbe essere così "libero", da poter essere tutti e me stesso... Nero

    RispondiElimina
  7. Sono eccitatissima all'idea di questa piece. Ho assistito a "Sonia" anni fa e ne sono rimasta rapita. Ammiravo gli attori e la loro forza nel trasmettermi così tante emozione ed ora sapere che anch'io sarò tra loro, fosse solo per una "comparsata" mi riempie di orgoglio. Non vedo l'ora di LAVORARE, so di avere da dare anch'io e vorrei essere abbastanza brava da poter trasmettere anche solo una piccola emozione che resti nel ricordo di chi ci vivrà. Posso farcela lo so. Anzi sono certa che tutti noi insieme ce la faremo perchè uniti amici miei siamo davvero IMMENSI! A venerdì - Pulcinella

    RispondiElimina
  8. Cara Pulcinella, mi rende contento il tuo entusiasmo e quelle dei tuoi compagni di viaggio. Ma una piece è una cosa seria e, come avrai avuto modo di saggiare nel gruppo, ancora vi sono resistenze ed ostacoli. Non basta quanto vedo e non riguarda la presenza qui nel blog. Credo che qualche allievo debba ancor meditare su quanto accade o non accade. Questo è drammaterapia, non fingere che le cose vadano bene, non esigerle "perfette", ma riflettere. Compito ingrato davvero, ma essenziale. Vi sono oltre 49 video da studiare e commentare, non so quanto inserimenti miei e di altri...manca ancora l'"attore" che voglia usare, cercare, documentarsi, merende piacevoli e compleanni a parte. Un abbraccio dal tuo director

    RispondiElimina
  9. Non capisco perchè non esista lo stesso mio entusiasmo in ciascuno di noi. Non ha alcun senso...Le nostre serate insieme il tuo ed il nostro lavoro debbono pur significare qualcosa!Non possono non smuovere qualcosa anche negli animi più sterili. Che razza di persone siamo.
    Perchè venire agli incontri, perchè fingere di esserci e di partecipare, PERCHE'? PERCHE'??? Mettersi a nudo davanti a tutto e spendere ANCHE del denaro per farlo....Non ha alcun senso. Che spiegazione ne dai Director??? Ti prego aiutami a capire, sono molto confusa e rattristata da tutto questo. Un abbraccio - Pulcinella

    RispondiElimina